Il pianoforte della Barchessa

Al primo piano della Barchessa, nella zona residenziale dell’edificio, c’è un ampio salone con tante finestre che si affacciano sul parco dell’edificio e consentono una vista dall’alto dei filari di vigneti.

Quassù da anni c’è un pianoforte. Per l’esattezza di tratta di un ¾ di coda della Bechstein.
Grazie al numero di matricola presente sullo strumento siamo riusciti a risalire all’anno della sua produzione, scoprendo che quest’anno è un anniversario importante: il pianoforte è infatti stato prodotto nel 1911. Non sappiamo esattamente dove abbia trascorso i primi 50 anni della sua esistenza ma siamo sicuri che ogni musicista che lo ha suonato abbia apprezzato il suo suono e la sua eleganza.

Durante la degustazione del 23 ottobre, non perdere l’occasione di sentirlo suonare nuovamente dal Maestro Stefano Morelli. Dai classici internazionali come “La Vie En Rose”, alle celebri melodie di colonne sonore come “C’Era Una Volta Il West”, senza tralasciare il repertorio classico con melodie di Chopin, Beethoven, Mozart. Non si trascura la musica di più recente successo come alcuni brani di Allevi, Yiruma e altri autori contemporanei.

Bechstein è il più grande costruttore di pianoforti verticali e a coda d’Europa. L’azienda venne fondata a Berlino nel 1853.

Carrello